STORIA DELLE GRANDI MAISON DI CHAMPAGNE – PARTE 3

Da “D” di Dosnon & Lepage a “K” di Krug

Champagne Dosnon & Lepage
4 bis, rue du bas-de-lingey,
10340 Avirey-Lingey
France
Tél. 03 25 29 19 24
Fax 03 25 29 14 68

Dosnon & Lepage è relativamente nuovo sulla scena champagne, ma i due proprietari, Davy Dosnon e Simon-Charles Lepage, entrambi hanno radici nel paese del vino. Dosnon ha studiato viticoltura e vinificazione, lavorando a case produttrici di champagne, come Serge Mathieu e Moutard Père et Fils , così come a Rossignol-Trapet in Borgogna. Finalmente ha ereditato alcuni vigneti da suo nonno nella loro città di Avirey-Lingey, in Barséquanais l’Aube, e nel 2005 è stato raggiunto da Simon-Charles Lepage, che pur essendo nativo di Avirey-Lingey, era stato precedentemente vive a Parigi l’acquisizione di un dottorato in diritto penale. I due hanno deciso di mettere le loro menti insieme per creare una nuova casa di champagne, destinato a esprimere i terroir della loro regione d’origine. Dosnon e Lepage propri due ettari di vigneto in Avirey-Lingey e frutta di acquisto da circa cinque ettari supplementari nella zona circostante, rendendo per una produzione totale di circa 50.000 bottiglie l’anno. Al momento hanno tre cuvée differenti, anche se altri due sono in cantiere. Il Brute Recolte contiene il 70 per cento pinot nero e chardonnay 30 per cento, che si fondono insieme, perché questo è venduto come un Extra Brut, a quattro grammi per litro di dosaggio, e sentono che un risultato si fondono in più armonia.La versione corrente è basato su 2004, e, come tutti i loro vini, è del tutto fermentato in barrique, dandogli un ambiente caldo, ricchezza leggermente affumicato. “Le canne danno rotondità e complessità, senza sacrificare la struttura, la purezza e finezza”, dice Lepage. “Ma per lavorare con successo con botti, hai avuto modo di essere un super-maniaco. Come lui, “ride, indicando Dosnon. La Noire Récolte è puro pinot noir, il tutto da Avirey-Lingey, ed è anche attualmente basato su 2004, con riserve a partire dal 2002 e il 2001. Si tratta di un vino severo più particolare rispetto al Brute Récolte, che mostra il grassetto, caratteristico speziato ricchezza del pinot dalla zona. Come il vino precedente, però, si trasforma rapidamente da aromi minerali sul back-end, finendo con una presenza molto maggiore di carattere eccezione dei frutti del suolo. La cuvée terzo è il Rose Récolte, che è pura pinot noir, ma fatta da una miscela piuttosto che da saignée, che trovano per la produzione di vini troppo pesanti. “Siamo alla ricerca di un rosé di freschezza e purezza, non un ‘bodybuilding’ Rose”, dice Lepage. Fragrante e prugna, per equilibrare i sapori di frutta in profondità con una struttura elegante, delicato e vivace sensazione al palato. I vini di Dosnon & Lepage non sono né multato né filtrata, e l’espressione di frutta sembra particolarmente pura nella rosa. cura per l’ambiente è di primaria importanza per Dosnon e Lepage, e di fatto, il rispetto per l’ambiente è costruito nella loro missione dichiarazione: “La filosofia di fondo di La Maison Dosnon & Lepage è uno di armonia: armonia del genere umano, di terroir, e dei vini nel loro ambiente.Anche se giovani produttori di champagne, siamo comunque molto consapevoli dell’impatto ambientale che abbiamo su questa armonia, e riteniamo che siamo quindi costretti a ridurre al minimo gli effetti delle nostre azioni. “Questo atteggiamento si manifesta nella loro insistenza sulla viticoltura sostenibile, come e in loro sostegno 1% per il pianeta, un’organizzazione i cui membri donare almeno l’uno per cento delle loro vendite annuali per gruppi ambientalisti di tutto il mondo.

Champagne Duval-Leroy
69, avenue de Bammental
BP 37-51130 VERTUS
Francia –
Tei. +33 3 26 52 10 75
Fax + 33 3 26 52 37 10

Fin dalla sua creazione, Champagne Duval-Leroy è stato localizzato a Vertus, nel cuore di “La Côte des Blancs”. Attualmente la Casa coltiva circa 200 ettari, di cui buona parte dedicati alla produzione di uve di alta qualità Chardonnay. La predominanza di Chardonnay nell’elaborazione delle cuvée dà una finezza, leggerezza ed eleganza di champagne Duval-Leroy. Guidato da Carol Duval-Leroy dal 1991, l’azienda è uno dei pochi rimasti al 100% a conduzione familiare aziende Champagne ed è classificata tra le migliori 15 case di Champagne.
Con 500 ettari di vigneti, Vertus (con 2500 abitanti) è oggi il secondo più grande distretto vinicolo nella regione di Champagne, dopo Les Riceys. Ha avuto una storia piuttosto movimentata. Un importante centro regionale durante il Medioevo, fu interamente distrutto una volta durante la guerra dei Cent’anni e poi ancora durante la seconda guerra mondiale. Oggi gode il suo status di una fiorente comunità in base alla sua qualifica come uno dei migliori Premier Cru aree nominali in Champagne.
Carol Duval-Leroy, Presidente di Champagne Duval-Leroy, unito al gruppo molto selezionato di donne coinvolte nella gestione di case produttrici di champagne nel 1991. Dopo l’improvvisa perdita del marito stesso anno, è diventata la presidente dell’azienda. Per dieci anni, l’ammodernamento dei processi produttivi, lo sviluppo di canali di distribuzione traditionnal, la gamma di prodotti maggiore e le esportazioni espansi sono tutti obiettivi che Carol Duval-Leroy ha stabilito per la sua compagnia.
Oggi è l’intera immagine del marchio porta il segno della sua passione per la sua professione

Champagne Gardet
13, rue Georges-Legros
51500 Chigny-les-Roses
Marne Champagne-Ardenne
Francia
Tel : 0033 (0)3 26 03 42 03

La storia dello Champagne Gardet inizia alla fine del 19 ° secolo con Charles Gardet (1870-1913). E ‘stato direttore di una piccola casa in Mareuil sur Ay, che da allora è scomparsa. Nel 1895, ha creato la sua propria Marque a Dizy e, più tardi, ad Epernay. Suo figlio, Georges (1895-1952), ha fatto rivivere la casa negli anni Venti e spostò le cantine a Chigny les Roses, nel cuore della Montagne de Reims ad agevolare lo sviluppo del business. Da allora, la Casa è stata guidata da successive i membri della famiglia, seguendo l’orientamento stabilito un secolo fa a rispettare la tradizione e per la massima cura nella produzione di cuvée di alta classe. Il resto delle uve sono acquistate da una trentina di proprietari con i quali Gardet hanno una lunga relazione. I loro vigneti sono situati, in via principale, tra i Crus superiore di Champagne (la Montagne de Reims, la Côte des Blancs …). Ogni anno Gardet seleziona un numero di cuvée di unire le loro migliori vini di riserva che sono invecchiati in botti di rovere di 100 anni, e in seguito sposato con i vini più giovani per produrre l’armonia e la continuità di Champagne Gardet. Le bottiglie vengono poi portati giù nella frescura e la tranquillità delle loro antiche cantine a volta, per la “presa di spuma”, la seconda fermentazione e invecchiamento. Dopo diversi anni, questi vini acquisire il profumo classico, maturità, sapori, e finezza, e solo allora si portano il nome di “Champagne Gardet.”

Champagne Henri Giraud
71, boulevard Charles de Gaulle
51160 Ay
Marne Champagne-Ardenne,
Francia
Tel : 0033 (0)3 26 55 18 55

Alla fine del 17 ° secolo, la famiglia Hémart si stabilì in maniera permanente ad Ay. La sua storia
si radica in Ay e si unisce nella conquista straordinaria della Champagne nel 18
secolo.
All’inizio del 20 ° secolo, Léon Giraud, soldato della prima guerra mondiale, ha sposato una figlia della famiglia Hémart. Di conseguenza, ha costruito il magnifico
vigneti della famiglia di nuovo, distrutto a causa della fillossera, utilizzando la nuova
tecnica: il trapianto sui vigneti americani. Dal 1970, Henri e Claude, rispettivamente padre e figlio, costruiscono insieme la vigna con l’obiettivo di massimizzare la qualità.
Al giorno d’oggi, Claude Giraud è il proprietario della casa. Sulla base di un terroir unico, una forte storia, una visione e un uomo generoso della terra e del vino, Claude Giraud era in grado di realizzare i suoi sogni e dare emozioni vere. Per 10 secoli, Vini di Ay sono classificati tra i più nobili del mondo. Re, leader mondiali e persino un papa hanno desiderato di possedere un appezzamento di quei vigneti e una stampa in Ay. Dal primi anni 16, Ay era il vino origine solo denominazione, la reputazione internazionale, citato e utilizzato per i vini di Champagne.
Nel 17 ° secolo, una felice combinazione di circostanze ha rivelato le bolle nel vino. E ‘in Ay, la qualità del suo Terroir, la pertinenza dei suoi cittadini che hanno fatto la fama di questo vino nuovo, chiamato “vino di Ay». Champagne • rimase in questa prestigiosa denominazione fino al 1887, la nascita della Champagne appellation: Terroir Ay Grand cru.

Champagne Gosset
69, Rue Jules Blondeau
51160 Ay
Marne, Champagne Francia
tel: 33 03 26569956

Fondata nel Aÿ nel 1584 da Pierre Gosset, Gosset è la più antica casa del vino in Champagne. Rimane anche uno delle più prestigiose, considerate da molti collezionisti e intenditori come il nome preminente del mondo in champagne di lusso. Nel 2009 è stato festeggiato il 425° anniversario. Gosset deve la sua reputazione di eccellenza alle uve utilizzate. I suoi champagne sono composti quasi interamente da uve provenienti da vigneti Premier Cru e Grand Cru. La vendemmia viene effettuata interamente a mano, facendo una prima selezione in vigna dove l’uva scelta è solo perfettamente sana, uva, una volta spremuto, usato solo per la fermentazione del vino base poi vai a Wort Gosset di prima spremitura o “mosto fiore”, alcuni dei mosti sono fermentati in tini di rovere francese che dà loro la concentrazione di aromi e finezza A differenza di gran parte dei produttori di champagne, il vino della casa illustre evita di proposito la fermentazione malolattica ed esegue sempre vagliatura e sboccatura di cuvée di prestigio e di grande formato bottiglie a mano. Champagne Gosset sono realizzati con infinita cura e conservato in cantine buie per almeno tre anni – e fino a cinque per cuvée d’epoca e di prestigio – prima del rilascio. Gosset di inimitabile stile – potente e corposo, di ricchezza ineguagliabile e capacità di resistenza – è cambiato poco nel corso dei secoli. Una volta che un favorito del re e regine di Francia, ora è un appuntamento fisso sulle carte dei vini di alcuni dei ristoranti più apprezzati in tutto il mondo, riconosciuti da esperti sommelier per la sua eccezionale capacità di valorizzare una vasta gamma di piatti della cucina. eredità Gosset è oggi nella custodia della famiglia Cointreau, che possiede e gestisce anche il Cognac Frapin altamente considerato.Mentre le altre case produttrici di champagne stanno distribuendo le redini fino a grandi aziende, i membri di questa famiglia sono personalmente coinvolti nelle pratiche enologiche che hanno, oltre 425 anni, in Gosset il nome massimo in termini di champagne. Nel 2009, la famiglia ha annunciato l’acquisizione di una nuova proprietà nel cuore di Epernay, che, con spazio per un massimo di 2,5 milioni di bottiglie, servirà come estensione ai suoi impianti di produzione in Aÿ.

Champagne Alfred Gratien
30, rue Maurice Cerveaux
51201 EPERNAY Cedex
France
Tel : +33 (0)3 26 54 38 20
Fax : +33 (0)3 26 54 53 44

Champagne straordinario ha un nome: Alfred Gratien La casa di Alfred Gratien produce champagne dal 1864. Rigorosa selezione delle uve, metodi di vinificazione tradizionali, uscita volontariamente limitato e rispetto per la terra – questi principi e il fatto che si tratta di uno degli ultimi pochi rimasti “artigianale” champagne produttori in tutto il mondo sono il segreto dietro la qualità eccezionale di Alfred Gratien champagne e gli elementi che lo rendono unico.
L’impegno del management di rimanere fedeli ai principi del fondatore Alfred Gratien è evidente in tutte le fasi della produzione di questi vini vivaci. Champagne Alfred Gratien di avere una lunga tradizione e, esclusa la massa prodotta ethos e le mode dei tempi moderni, sono ancora fedele a questa tradizione oggi. Il nostro maestro cantina, Nicolas Jaeger, rende la sua attività per garantire che le cose rimangono così.
Seguendo le orme di suo padre e dei suoi antenati, egli rappresenta la quarta generazione di preservare l’unicità dei nostri champagne. Ogni anno, non assicura che ci avere la partita meglio di Chardonnay, Pinot Noir e Pinot Meunier. Egli è meticolosa e rigorosa nel modo in cui sovrintende la fermentazione dei vini in botti di legno tradizionali. In questo modo, si garantisce personalmente sempre di alta qualità e un aroma incomparabile. Champagne non è “prodotto”, è “creato”. Per Alfred Gratien, il processo creativo inizia proprio nel vigneto. Solo le uve migliori vengono selezionate per la composizione delle nostre cuvée. Il frutto rilascia i segreti della sua purezza interiore con la personalità e la lucentezza che noi associamo con questi vini vivaci. Dopo sei mesi affinamento in piccole botti di rovere di 228 litri, il mosto si è trasformato in vino. Le capacità artistiche del maestro cantina ora entrare in un rapporto simbiotico con la promessa di ciò che il vino è di diventare. La cuvée viene imbottigliato con lo zucchero e il lievito per la fermentazione secondaria in bottiglia. Grazie alla loro struttura vinoso, champagne di Alfred Gratien si prestano a lunghi periodi di invecchiamento. Il maestro cantina sa esattamente come tirare fuori il meglio di loro nel corso dei 36 mesi che passano nelle nostre cantine. Il risultato sono champagne con un palato un aroma unico e incomparabile. Il passo successivo nel processo è “dégorgement” (sboccatura), per cui le fecce e sedimenti vengono rimossi dalla bottiglia. La bottiglia viene poi riempito di nuovo con altro vino e un po ‘di zucchero e si lascia riposare ancora per qualche altro mese nel buio della cantina. Grazie al genio del nostro maestro cantina, le nostre ricette segrete e la nostra infinita pazienza, lo champagne sarà ormai sono diventati una vera Alfred Gratien. E quando si beve, si hanno veramente un angolo di paradiso!
Lontano dalle tendenze della moda e le pressioni della produzione di massa con solo 250.000 bottiglie all’anno. Uno champagne garanzia “fatto a mano” di qualità e unicità. “Ho sempre pensato che sarebbe stato il vino champagne ciò haute couture è alla moda. ” Alfred Gratien.

Champagne N. Gueusquin
5 allée du Petit Bois
51530 Dizy
France
Phone: (33) 326 59 99 34

La storia di successo di Nicolas Gueusquin non è a differenza di alcuni altri racconti di coloro che hanno costruito grandi imperi nella Champagne. Nel 1994, all’età di circa 30 anni, questo ingegnere agronomo, ha una gestione del 3 ° ciclo, iniziò la grande avventura nello champagne. “E ‘stato dopo la prima guerra del Golfo. C’è stato un eccesso di inventario. Due cooperative, la Goutte d’Or e cooperativa di Pierry mi ha aiutato a iniziare con 50 000 bottiglie. Ho creato una società con un capitale di 50 000 franchi. Poi ho incitato gli ipermercati, con un concetto di premier cru, un marchio leader che è sempre chiamato Louis Rozier. “Nel 1995, ha venduto 150 000 bottiglie. Nel 2011, la Roches Blanches vende 5,5 milioni di bottiglie. La sua attività è concentrata al 97% su grandi superfici. L’azienda ora possiede dieci ettari di vigneti propri e ha contratti di contratti di fornitura per 280 ettari, tra Colombey-le-Sec e Charly-sur-Marne.
Nicolas Gueusquin sostiene: “La sostenibilità delle nostre relazioni commerciali con l’Europa centrale ci ha permesso di sviluppare marchi e vini di qualità. E così creare valore aggiunto reinvestito nella nostra società. “Inoltre, questo approccio ha prodotto diverse medaglie al Salone del Vino ultimo per i suoi vini e Brut Rose Gueusquin Nicolas, collegamento francese e Henri Favre. Nel 2006, ha costruito un sito di vinificazione a Dizy. Che ora è troppo piccolo. Inoltre, lo stoccaggio di bottiglie cominciato ad essere costoso come affittare una bottiglia di un anno è equivalente a 0,5 centesimi. Questo sembra effettivamente costoso quando si ripone 3 milioni di bottiglie devono all’età di tre anni. “Abbiamo bisogno di investire. “Il sito sarà conservato e Dizy dedicata alla vinificazione in cantina con un 20 000 ettolitri.
Oiry Il nuovo edificio beneficerà su una superficie di 5000 m2 su un terreno di quattro ettari. “Dobbiamo installare due canali per sboccatura una produzione annua di otto milioni di bottiglie secondo la standard IFS (International Food Standard). Inoltre svilupperà tutto l’amministrativo e commerciale nei nuovi uffici. ”
Il sito dovrebbe essere operativo nella primavera del 2012. Per Nicolas Gueusquin “La vicinanza di grandi operatori, come Moët et Chandon è molto favorevole in termini di comunicazione nella nostra società.”

Champagne Heidsieck & C° Monopole
Propriétaire : Vranken Pommery
Place du General Gouraud
5 51100 Reims
Marne Champagne-Ardenne
France
Tél : 0033 (0)3 26 61 62 63

Fondata più di due secoli fa, Heidsieck & Co Monopole a Reims è una delle case più antiche e prestigiose della storia dello Champagne.
Nel 1785, Florens-Louis Heidsieck, un giovane tedesco della Westfalia, stabilisce la prima casa con il nome Champagne Heidsieck. Mentre non ha figli, i suoi nipoti assumere dopo la sua morte nel 1828. i tre nipoti si separano e Heidsieck & Co è assunta dal più anziano, Henri-Louis Heidsieck. Nel 1860 creano “Monopole” come un marchio registrato della società Heidsieck & Co. Nel 1923 è integrato nel nome, diventando: “Champagne Heidsieck & Co Monopole, fondato nel 1785″.
Nel 1911, il re d’Inghilterra concede il prestigioso Royal Warrant alla casa, che diventa “Fornitori di Champagne appuntamento a Sua Maestà” Heidsieck & Co Monopole è un membro del “Syndicat des Grandes Marques” e l’accademia Champagne in Inghilterra, che ha rappresentato questa e altre 15 case Champagne importanti sin dalla sua creazione nel 1956.
Nel 1985, Heidsieck & Co Monopole celebra il bicentenario di una storia lunga e illustre Champagne che continua a svilupparsi in tutto il mondo.
Nel novembre 1996, Heidsieck & Co Monopole è stato acquisito dal Gruppo Champagne Vranken. Un Gruppo leader nel settore (tra i primi cinque), creato vent’anni fa e gestito da Paul-François Vranken, il gruppo è interamente dedicato allo Champagne, con una gamma completa di marchi, con Monopole Hiedsieck & Co come suo ambasciatore di punta internazionale . Il Gruppo Vranken ha il pieno controllo della fornitura dell’uva, pressatura e vinificazione, fino a 400 ettari di vigneti propri e più di 2.000 ettari di vigneti controllati diretti in tutta la regione di Champagne.

Champagne Henriot
81 Rue Coquebert
51100 Reims
Francia
Tél :03 26 89 53 00

1640: Originaria della Lorraine, la famiglia Henriot si stabilisce in Champagne. A Reims gli Henriot si dedicano al commercio di stoffe e vini. Poco a poco la famiglia si costituisce un vigneto.
1791 : Acquisizione dell’hotel des Douanes e delle Fattorie Reali (edificio costruito nel 1760 dall’architetto Legendre in onore del re Luigi XV) da Nicolas Henriot.
1794: Nicolas Henriot sposa Apolline Godinot: Insieme si appassionano nella cura della vigna e nell’elaborazione di vini di qualità
È nel 1808, con Apolline Henriot, che viene ufficialmente fondata la Maison Henriot.
È la nipote dell’illustre Abbé Godinot che, grazie alla sua erudizione, contribuì a migliorare la conduzione della vigna e la composizione dei vini della Champagne. Imprenditrice e donna dalla forte personalità, Apolline mette in commercio i suoi vini sia in Francia sia all’estero.
Lo Champagne conosce un notevole successo presso le teste coronate ed è quasi naturalmente che lo Champagne Henriot si afferma prima alla Corte d’Olanda quindi a quelle d’Austria e d’Ungheria presso gli Asburgo. La Maison Henriot , tuttora familiare ed indipendente, persegue il suo lavoro d’eccellenza.
Selezionare i migliori crus, magnificare la purezza dello chardonnay e offrire a ciascuna cuvée il tempo di svilupparsi: i principali impegni assunti da ciascuna delle sette generazioni che si sono succeduti alla testa della Maison.
La famiglia Henriot ha conservato la gestione diretta di circa 35 ettari. Le parcelle sono ripartite tra la Vallée della Marne: Mareuil e Aÿ , la Montagne di Reims: Avenay e la Côte des Blancs: Epernay (Clos l’Abbé, e Chouilly). Questi vigneti coprono dal 15 al 20% del fabbisogno. Per il suo approvvigionamento la Maison si appoggia anche su vignerons che condividono le sue esigenze. Questa parzialità che gli permette di disporre di una gamma molto ampia di crus per l’assemblaggio è uno dei segreti del suo savoir-faire.

Champagne Irroy
Propriétaire : Groupe Taittinger
42 boulevard Lundy
51100 Reims
Marne Champagne-Ardenne
France
Tél : 0033 (0)3 26 85 84 00

Le origini del Irroy Ernest Champagne risalgono al 17 ° secolo. A quel tempo, i vigneti che circondano il “Chasteau de Irroy en Champagne” e il convento Avenay erano famosi per i loro deliziosi vini che sono stati dati agli ospiti illustri.
Il castello e il convento sono stati distrutti durante la Rivoluzione francese, ma i vigneti sono rimasti e la Maison Irroy una rapida espansione nel 1820 quando i proprietari hanno fondato il loro Maison de Commerce di Reims.
Nel 1955, Champagne Irroy è stata acquistata da Champagne Taittinger. Irroy mantenuto, fin dalle sue origini, una politica di qualità e di raffinatezza simboleggiata dal “filo d’oro” che decora le sue etichette.

Champagne Ivernel
Groupe Remy-Cointreau
4 rue Jules Lobet
51160 AY
Marne Champagne-Ardenne
France
Tél (33) 326 55 21 10
Fax (33) 326 51 55 88

Champagne Jacquesson
68 Rue Du Colonel Fabien
51530 Dizy
Marne Champagne-Ardenne
France
Tel : +33 3 26 55 68 11
Fax : +33 3 26 51 06 25

La storia di Champagne Jacquesson inizia a Chalons-sur-Marne (Chalons-en-Champagne al giorno d’oggi), nel 1798 sotto la guida di Claude e di suo figlio Jacquesson Jacquesson Memmie.
Nello stesso periodo sono Claude e Memmie grotte scavare nella collina di Mont Saint Michel sempre Chalons-sur-Marne, al fine di sviluppare le proprie future Champagne. E ‘allora che la Champagne Jacquesson inizia davvero a svilupparsi in Francia e all’estero.
Nel 1804, Memmie Jacquesson collaborerà con il cugino François Félix Juglar che contribuirà a sviluppare l’azienda di grande successo. Inoltre, una piccola parte della produzione sarà venduta con il marchio FF Juglar scompare dopo essere stato assorbito dalla Jacquesson Champagne nel 1829.
Champagne Champagne Jacquesson diventa il favorito di Napoleone Bonaparte, che ha premiato con una medaglia d’oro e Juglar Felix e Claude Memmie Jacquesson nel 1810. Nel 1832 il figlio di Memmie Jacquesson, Adolphe, entrato nell’azienda di famiglia si aggiungerà “& Son” per dare la Champagne Jacquesson & Son. Il giovane Adolphe intrapreso un sacco di lavoro per mantenere la qualità e il prezzo dei suoi Champagne, tra cui ha inventato sughero filo di champagne e tappo. A questo punto le bottiglie conservate nella cantina e che gli shock subiti sono state spedite durante la movimentazione e il trasporto, che ha avuto l’effetto di rendere i tappi. Altro fattore, la canapa spago utilizzato per contenere i tappi che marciscono nelle cantine e pressione salto tappi. Questo è quando Adolphe ha avuto l’idea di usare rondelle e filo di stagno di prendere i tappi di ferro, capsula e filo sono state inventate. Adolphe Jacquesson anche inventato una macchina per il lavaggio meccanico delle bottiglie, così come riflettori per illuminazione cantine. Tutte le sue invenzioni sono state inventato e brevettato da Adolphe.Nel 1867 la produzione di Champagne Jacquesson & Fils raggiunto 1 milione di bottiglie. Fine 1960 dramma sconvolge casa Jacquesson & Sons, la morte del figlio di Adolphe 2. Questo evento costringerà Adolphe Jacquesson di mettere la sua attività sotto la responsabilità di tre notabili. Prima della tragedia, la Champagne Jacquesson fu direttore Johann-Joseph Krug cantina che prima di creare la sua propria casa di Champagne (Champagne Krug) sostiene da tempo lo sviluppo del vino in Jacquesson. Nel 1974 la casa è stata acquistata dalla famiglia Chiquet. Ora è gestito da Jean-Hervé e Laurent Chiquet sono notevolmente cambiati i metodi di vinificazione fermentazione in botti di rovere, per esempio. Jean-Hervé e Laurent Chiquet volontariamente mantenere la produzione a 350.000 bottiglie l’anno, per garantire una buona casa di champagne di qualità.

Champagne Jacquinot & Fils
34-36 RUE MAURICE CERVEAUX
51202 EPERNAY CEDEX
France
TEL + 33 (0) 3 26 54 36 81
fax + 33 (0) 3 26 55 67 33

La tenuta risale alla rivoluzione francese e abbiamo alcune fotografie del raccolto nel 1896. Pierre Jacquinot sviluppato il vigneto di famiglia subito dopo la prima guerra mondiale, allo stesso tempo diventare un broker d’uva e mercante di vino Champagne.
Nel 1929 Pierre Jacquinot fondato il suo proprio centro la pressione e ha iniziato a fare il vino.
Nel 1947, con i suoi 2 figli Jacques e Jean-Guy ha creato il marchio Champagne Jacquinot et Fils. L’azienda di famiglia è stato istituito in cantina Epernay. Jacques Jacquinot curato vendita e Jean-Guy ha sviluppato la vigna che oggi si estende su 17 ettari e produce vini di altissima qualità.
Jean-Manuel Jacquinot, figlio Jean-Guy, enologo responsabile della produzione dal 1998 è ora in esecuzione della Tenuta, con l’aiuto di François Nicolet, Jacques il figlio-in-law.

Champagne Jeeper
3 rue de Savigny
51170 FAVEROLLES ET COËMY
FRANCE
Tél. +33 (0)3 26 05 08 98
Fax. +33 (0)3 26 83 00 54

La storia della Jeeper casa, anche se ci sono tracce lasciate dai viticoltori dei lavoratori negli archivi di Damery, datato 1743, è cominciata nel 1944.
E ‘che il tempo del ritorno della seconda guerra mondiale, Armand Goutorbe, figlio di Victor Goutorbe, ha deciso di sviluppare e commercializzare il suo Champagne. Handicappato da un brutto infortunio che pone seri problemi a camminare tra le vigne, avrebbe potuto acquistare con il governo del tempo, una Jeep.
Questo Jeep ha sempre amato è diventato nel corso del tempo, un elemento chiave per il futuro, dato che, per differenziarsi dalla Regione Goutorbe molti, anche il vino, di nome Armand Jeeper marchio Goutorbe Champagne.
Questo periodo è stato segnato per sempre memorabile con la creazione di un poster disegnato da Capiello, pittore e manifesto che ha immortalato il momento in cui il marchio Jeeper …

Champagne Joseph Perrier
69 Avenue de Paris, BP 31
51016 Châlons-en-Champagne
Phone : 03 26 68 29 51
Fax : 03 26 70 57 16

L’azienda viene fondata nel 1825 a Châlons-en-Champagne dal giovane Joseph Perrier che utilizza un antico relais della posta come sede della direzione, alloggiando la cantina in un’adiacente casa borghese. Cantina che verrà successivamente e definitivamente ampliata con l’annessione delle attigue e suggestive cave di gesso di epoca Romana. Gli eredi si succedono di padre in figlio da ormai cinque generazioni ribadendo così il vero e proprio carattere di azienda famigliare. Alle soglie del terzo millennio Joseph Perrier gestisce ben 21 ettari di vigneto situati nelle aree più vocate di Verneuil e di Cumières. Vigneti che forniscono straordinarie uve di Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Meunier, la base ideale per la più classica delle cuvée di champagne e che, rigorosamente vendemmiati a mano per salvaguardare la qualità, forniscono circa il 30% del fabbisogno di uve. Le rimanenti esigenze provengono dai 30 crus della Montagne de Reims, della Côte des Blancs e della Regione di Vitry. Le cantine di invecchiamento di Joseph Perrier, incuneandosi all’interno di una collina, hanno la peculiarità ed il vantaggio di estendersi in un unico ed immenso livello, senza la necessità, quindi, di dover scendere ripide e disagevoli scale. Vecchie di duemila anni e risalenti al periodo gallo-romano, quando fungevano da cave di gesso, si estendono su oltre 3 km di un fitto reticolo di cunicoli e di gallerie talvolta alte 8 metri, con “slanci” che si incrociano nella creta e con pozzi di luce naturale che rendono ancora più suggestivo l’insieme. La maison Joseph Perrier, più volte insignita a livello internazionale, si è fregiata fin dagli albori del più ambito dei riconoscimenti divenendo, infatti, il fornitore ufficiale della casa Reale d’Inghilterra; da qui la Cuvée Royale che ancora contraddistingue i prodotti più rappresentativi. Ad ulteriore celebrazione di questa scelta, un mantello regale compare su tutte le cuvée classiche e simboleggia il privilegio attribuito a questa casa dalla Regina Vittoria e dal Re Edoardo VII d’Inghilterra.

Champagne Krug
5 rue Coquebert
F-51100 REIMS
Tel : +33 3 26 84 44 20
Fax : +33 3 26 84 44 49

Krug

La Casa di Krug illustra la straordinaria avventura di un visionario, Joseph Krug, un uomo deciso, con una filosofia senza compromessi, che ha capito che l’essenza di Champagne è il piacere stesso. Voleva offrire ai propri clienti la migliore esperienza di piacere in Champagne ogni anno, indipendentemente dalle variazioni annue del clima. Joseph Krug fondato la prima casa e solo con Champagne che sono tutti uguali, indiscussa qualità e distinzione.
Krug Champagne è stata fondata nel 1843, da un immigrato tedesco di nome Johann-Joseph Krug. La società è ancora gestito da un membro della famiglia Krug – Henri Krug che ha preso la carica nel 1962. Dopo alcuni anni, la società è diventata una parte della Louis Vuitton Moet Hennessey (LVMH) Casa di marchi di lusso in tutto il mondo. I fondatori previsto la creazione di un marchio unico champagne ed i suoi discendenti ancora oggi sostenere gli standard di qualità. Il gusto unico, artisticamente miscelati, la complessità di questo vino d’annata lo distingue dagli altri e lo rende davvero speciale.
L’azienda possiede 20 ettari di vigneti nel Mesnil Le, che produce la quantità massima di uva che va nella realizzazione di questo champagne di classe. Le uve provengono dalle restanti 56 ettari di vigneti che sono esclusivamente coltivati per produrre lo champagne Krug. Il processo di vinificazione a Krug è unico e la fermentazione in botti di rovere ben stagionati.
Ancora oggi, Krug Champagne ha mantenuto la sua tradizione di fermentare la bevanda in piccole botti di rovere.Questo conferisce un caratteristico sapore al vino. Il tempo di scadenza presa da questo champagne è di solito 6 a 8 anni, e questo aspetto del Krug conferisce al vino il tempo di età con eleganza.