IL 24 DICEMBRE – ONLY CHAMPAGNE

come sempre a festeggiare la notte di Natale

Tre le possibilità:
dalle 18 alle 21,30
dalle 21,30 alle 24,00
dalle 24 alle 03
PRENOTAZIONE TAVOLO INDISPENSABILE

LA BOTTIGLIA 50 EURO SERVITA AL TAVOLO
Champagne Bernard Lonclas Brut Blanc de Blancs
Assemblaggio: 100% Chardonnay raccolti nei vigneti di proprietà della Côte des Blancs della vendemmia 2013 uniti ad una percentuale del 30% di vini di riserva di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Minimo 24 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne Baron-Fuenté Brut Tradition
Assemblaggio: 30% Chardonnay e 70% Pinot Meunier, entrambi della vendemmia 2011 uniti ad una percentuale definita di vini di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. 36 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne J. M. Gobillard et Fils Brut Grande Réserve Premier Cru
Assemblaggio: 50% Chardonnay, 25% Pinot Noir e 25% Pinot Meunier, tutti provenienti dai vigneti di Dizy, Hautvillers e Cumières della vendemmia 2010 con l’aggiunta di una percentuale del 30% di vini di riserva della vendemmia 2009. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. 48 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.

LA BOTTIGLIA 70 EURO SERVITO AL TAVOLO
Champagne Philipponnat Royale Réserve Brut
Assemblaggio: 40% Chardonnay, 40% Pinot Noir e 20% Pinot Meunier, tutti raccolti in parcelle classificate Premier e Grand Crus, della vendemmia 2011 uniti ad una percentuale del 25% di vini di riserva di vendemmie precedenti gestiti con il metodo Solera. I mosti utilizzati sono ottenuti esclusivamente con la prima spremitura. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. 36 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne Louis Roederer Brut Premier
Assemblaggio: 35% Chardonnay, 50% Pinot Noir e 15% Pinot Meunier, tutti della vendemmia 2011 uniti ad una percentuale del 9% di vini di riserva di tre vendemmie precedenti, dimoranti in foudres da due a cinque anni. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata senza la fermentazione malolattica. 36 mesi di soggiorno sui lieviti e 6 mesi di riposo dopo il dégorgement.

LA BOTTIGLIA 100 EURO SERVITO AL TAVOLO
Champagne Bollinger Brut Special Cuvée
Uno dei leggendari champagne dell’aristocrazia, un grande vino equilibrato e delicato, e quello che meglio definisce lo stile della Maison Bollinger, preparato dal 80% da uve da Grands Crus e Premiers Crus della Champagne proprietà cantina la maggior parte (2/3), un fatto non solo eccezionale nel nome, ma anche la logica e la garanzia assicura la qualità di questo vino anno dopo anno. Bollinger Special Cuvée è una miscela di vini di annate diverse, per lo più della vendemmia in corso, con l’aggiunta di piccole quantità di vino di annate precedenti e una piccola ma significativa della dose di vino di riserva (5-10%) che assicura registrare il tutto vini di riserva Bollinger mantiene caratteristicamente e invecchiamento ogni vigneto separatamente, tappate e magnifica magnum nelle loro cantine. La Cuvée Speciale contiene solo 7-9 grammi per litro di zucchero aggiunto.
Champagne Billecart-Salmon Brut Réserve
Lo Champagne Brut Réserve di Billecart-Salmon proviene dal classico assemblaggio dei tre vitigni più importanti della Champagne, appartenenti a varie annate. Le uve fanno parte di vigneti di 28 comuni della Marne. La vinificazione avviene separatamente per ogni uva, in piccoli fusti di legno da 50 ettolitri, per circa 3 settimane, con doppia decantazione del mosto. Utilizzo del 40% di Vin de Réserve.

LA BOTTIGLIA 150 EURO SERVITO AL TAVOLO
Champagne Moët & Chandon Cuvée Dom Perignon Brut 2006
Assemblaggio: 51% Chardonnay e 49% Pinot Noir, entrambi raccolti in parcelle di proprietà classificate Grand Crus, della vendemmia succitata. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Da 72 a 120 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo il dégorgement.

LA BOTTIGLIA 200 EURO SERVITO AL TAVOLO
Champagne Ègly-Ouriet Brut Grand Cru Millésime 2003
Assemblaggio: 30% Chardonnay e 70% Pinot Noir, raccolti esclusivamente nelle vigne situate nelle parcelle di Ambonnay, entrambi della vendemmia selezionata. Fermentazione naturale senza lieviti aggiunti, si utilizzano solo lieviti indigeni. La fermentazione alcolica viene svolta in barriques. Primo élevage sui lieviti che dura circa un anno senza bruciare le tappe; il vino si chiarifica lentamente come si faceva 50 anni fa. Messa in bottiglia senza filtraggio ne collatura. 72-84 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne Krug Brut Grande Cuvée
La Grande Cuvée, il gioiello della Maison Krug è nato di un assemblaggio di 120 vini ottenuti da annate di raccolta diverse (i più vecchi hanno 15 anni). Ne risulta un vino eccezionale presentando un mosaico di aromi unici, una richezza incomparabile ed una finezza eccezionale.

LA BOTTIGLIA 300 EURO SERVITO AL TAVOLO
Champagne Dom Pérignon OEnothèque 1995 Deuxième Plenitude
Il 1995 è un’annata segnata da un’estate eccezionale. La primavera è piuttosto grigia e la fioritura tardiva ma veloce, salvata da un’estate che diventa canicolare sin dagli ultimi giorni di giugno. Per due mesi, le piogge si fanno rare, ad eccezione di qualche temporale isolato, e le temperature sono superiori alle medie normali stagionali degli ultimi 30 anni. La raccolta inizia il 18 settembre per gli chardonnay e il 25 per i pinot neri. Al naso, i caratteri di biscotto e mietitura calda si mischiano istantaneamente alla scorza di arancio e alla ciliegia nera. Il tutto respira su accenti affumicati e di torrefazione. In bocca, passata la sensazione di potenza e struttura, si rimane colpiti dalla densità del fruttato e dalla purezza del finale, tonico, incisivo, minerale.

LA BOTTIGLIA 400 EURO SERVITO AL TAVOLO
Champagne Dom Pérignon OEnothèque 1992 Deuxième Plenitude
L’estate del ’92 è stata molto calda. La raccolta è avvenuta in anticipo, a partire dal 14 settembre per lo Chradonnay e il 18 per il Pinot Noirs. Al naso, note iniziali di anice luce e mandorle fresche rapidamente lasciano il posto a mango e fichi secchi, con aromi tostato completare il bouquet. Il palato ha una solida struttura, con una spina dorsale di aromi iniziali che portano a arioso, sapori delicati. Texture setosa gradualmente evoluta e persistente, note fresche di pompelmo candito e pepe.

IL MAGNUM 700 EURO SERVITO AL TAVOLO
Champagne Louis Roederer Brut Cuvée Cristal 2005 Magnum
Dalla selezione di circa venti Premiers e Grands Crus, Cristal è il gioiello della maison Roederer, creato per la prima volta nel 1876 per lo Zar Alessandro II. Uno Champagne di grande finezza, eleganza ed estrema purezza. Le uve utilizzate sono Chardonnay e Pinot Nero, selezione dei migliori cru dell’azienda.

IL MAGNUM 1200 EURO SERVITO AL TAVOLO
Champagne Louis Roederer Brut Rosé Cuvée Cristal 2005 Magnum
Lo champagne rosé è, sicuramente, quello più glamour e ricercato e la maison Roederer nel 1974, seguendo le mode commerciali e decise di affiancare al Cristal Brut, una bellissima versione Rosé. Realizzato con un 60% di Pinot Noir (proveniente dalle antiche viti di Cumières) e dal 40% di Chardonnay, prende il bellissimo coloredalla macerazione del mosto con le bucce scure del Pinot, con cui resta a contatto per 5/8 ore; ma come tutte le cose di pregio, ovviamente, non è prodotto in tutte le annate ma solo in quelle eccezionali e, purtroppo, in quantità davvero limitate.