Clos des Goisses Philipponnat 2009

CHAMPAGNE “CLOS DES GOISSES” 2009
È da poco meno di cinque secoli, ed esattamente dal 1522, che la famiglia Philipponnat possiede appezzamenti vitati nelle terre della regione francese della Champagne. Di generazione in generazione, tramandandosi il savoir-faire ereditato dai predecessori, alla maison ci si continua ancora oggi a impegnare nel rispetto dei più antichi valori tradizionali, così da arrivare a elaborare vini originali ed eccellenti da un lato, poi allo stesso tempo anche generosi e semplici. Situata a Mareuil-sur-Ay, villaggio Premier Cru della Vallée de la Marne che si trova a est di Epernay, al confine con l’altra grande zona della Champagne, la Côte des Blancs, la Maison Philipponnat può contare attualmente su oltre venti ettari vitati di proprietà, coltivati quasi interamente a pinot nero, ed estesi tra i villaggi Premier Cru di Mareuil-sur-Ay, Mutigny, Avenay-Val-d’Or e Ay, quest’ultimo, invece, villaggio Grand Cru della Vallée de la Marne.
Tra tutti gli appezzamenti, la Maison possiede in monopolio il famoso “Clos des Goisses. Non solo il clos più antico della Champagne, Clos des Goisses è anche il vigneto con la pendenza più ripida di tutta la regione e quello di maggior prestigio. Da questa vigna mitica e immortale di circa 5,5 ettari, che si distende sul villaggio di Mareuil-sur-Ay, nasce l’omonima cuvée, punta di diamante della maison Philipponnat. Fermentazione per il 50% in botti di legno e maturazione di ben 10 anni sui lieviti prima del dégorgement, con un dosaggio minimo di soli 4 g/l. Champagne di grande fascino e charme.
NOTE DI DEGUSTAZIONE
Color giallo oro brillante, con perlage fine e persistente. Il naso esprime sentori complessi di frutta secca, di crema pasticcera e di vaniglia, con un delicato richiamo floreale. In bocca, il sorso è teso e ampio: si sviluppa con spessore e buona freschezza e mineralità su note floreali e dolci di crema. Finale lungo e sapido. Di grande finezza.
ABBINAMENTI
Champagne di classe suprema, il Clos des Goisses si esalta a meraviglia su piatti raffinati con tartufi, caviale o formaggi delicati. Ottimo con un petto di piccione con crema di patate.
Acquistata nel 1997 dal gruppo BCC e dal 2000 gestita da Charles Philipponnat, la Maison persegue da sempre un unico e principale obiettivo, volto a creare i migliori Champagne squisitamente bilanciati tra struttura e freschezza, utilizzando nel contempo i minimi livelli indispensabili di dosaggio. In cantina, come da tradizione della Maison, viene utilizzato il metodo di invecchiamento Solera per i vini di riserva, che dopo aver maturato in fusti di rovere sono aggiunti ai non millesimati nella proporzione di un quarto, così da mantenere in ogni bottiglia la traccia dei millesimi assemblati sin dalle origini dell’azienda.