Champagne Egly-Ouriet

 

Champagne di razza e di terroir: pianta e terreno si ritrovano in tutto e per tutto nel suo vino, grazie alle vecchie vigne, a qualche segreto del vignaiolo e alla tecnologia moderna. Egly-Ouriet produce solo con l’uva dei suoi 11,5 ettari di vigneti, di cui il più importante si trova ad Ambonnay, patria del Pinot Noir, gli altri a Bouzy, a Verzenay e a Vrigny. La qualità inizia su questo terreno particolare, fatto di strati di gesso che riflettono i raggi del sole e rilasciano calore alla pianta nelle ore notturne, permettendo l’assorbimento dell’acqua in eccesso e donando all’uva un gusto particolarmente minerale. Egly-Ouriet è tra i pochi a produrre anche un Blanc de Noirs, champagne di solo Pinot Noir, esaltando così le caratteristiche dell’uva e del terroir di Ambonnay ed è stato tra i primi a produrre un Pinot Meunier in purezza, proveniente dalla sua proprietà di 2 ettari a Vrigny.

Tutte le Cuvée restano almeno tre anni in cantina prima della commercializzazione per consentire al vino di raggiungere una maggiore complessità, un miglior potenziale d’invecchiamento e una miglior espressione del terroir. Per questo motivo il dosaggio è minimo.

 

La linea degli Champagne della Egly-Ouriet in vendita all’Arimo

Brut Tradition - Grand Cru
70% Pinot Noir e 30% Chardonnay, di cui circa il 50% con vini di riserva. Vinificazione in legno per il 20%.
Fermentazione naturale senza lieviti aggiunti, si utilizzano solo lieviti indigeni. Primo élevage sui lieviti che dura circa un anno senza bruciare le tappe; il vino si chiarifica lentamente come si faceva 50 anni fa. Messa in bottiglia senza filtraggio nè collatura. Dosage 3/4 g/l.

Les Vignes de Vrigny - 100% Pinot Meunier
100% Pinot Meunier, di cui il 20% con vini di riserva. Sempre gli stessi processi di vinificazione, ma l’originalità di questa cuvée proviene dal fatto che è composta unicamente da Pinot Meunier di vecchie vigne (non c’è dunque assemblaggio con altri vitigni). L’uva proviene esclusivamente dai vigneti di Vrigny, comune classificato Premier Cru dal 2003. Dosage 2/3 g/l.

V.P. - Grand Cru – Extra Brut
60% Pinot Noir e 40% Chardonnay, di cui 50% con vini di riserva.
La capacità dei Grand Cru di invecchiare bene non è più un fatto da dimostrare, ma il nostro gusto personale e lo stile della Maison ci incitano a continuare in questa direzione. Questa cuvée, dopo 6 o 7 anni di invecchiamento in cantina, esprime tutta la sua potenza e la sua eleganza con un dosage praticamente inesistente, 1/2 g/l.

Blanc de Noirs Grand Cru - Vieilles Vignes « Les Crayères »
Vigna di puro Pinot Noir piantata nel 1946 su un terreno eccezionale, chiamato “Les Crayères”, dove la terra è di soli 30 centimetri al di sopra della craie, che in quel luogo è profonda decine di metri.
Vinificato totalmente in legno. La vigna è fortemente radicata nella craie che dona al vino note di frutti rossi grazie alla concentrazione ed alla maturità dei vecchi Pinot ed una certa mineralità “crayense” che dona eleganza al vino ed un grosso potenziale all’invecchiamento.Dosage 2 g/l.

Brut Rosé Grand Cru
65% Pinot Noir, vinificato in legno per il 40% di cui il 10% di coteaux champenois, e 35% Chardonnay. Fermentazione naturale senza lieviti aggiunti, si utilizzano solo lieviti indigeni. Messa in bottiglia senza filtraggio né collatura. Dosage 2 g/l.